H   [60 termini]
Indice

H.324: Lo standard che definisce il funzionamento hardware e software dei sistemi di videoconferenza su linee telefoniche analogiche.

HACKER: Persona fortemente interessata al funzionamento interno dei sistemi di computer ed in particolare delle reti di computer. Il termine e' spesso usato impropriamente in un contesto peggiore, dove sarebbe piu' corretto usare il termine "cracker".

  • Persona "smanettona" abile a manipolare hardware e specialmente software a LIVELLO di LINGUAGGIO MACCHINA.
  • Termine abusato col quale si indica colui che si infiltra illegalmente in sistemi informatici protetti.

    HALF DUPLEX: Modo di comunicazione che permette la trasmissione dei dati in una sola direzione per volta. Abbreviato in HDX.

    HAMMING CODE: Sistema di correzione degli errori usato nella trasmissione dati.

    HANDLE: Maniglia. Piccolo identificatore, generalmente un intero o un PUNTATORE, per un qualche OGGETTO mantenuto e controllato dal sistema operativo. Può avere validità globale o solo per un particolare processo.

  • Si tratta di un puntatore di puntatore, meccanismo che consente la gestione dinamica della MEMORIA in maniera trasparente per il programmatore.

    HANDLER: E' un breve programma in LINGUAGGIO MACCHINA che gestisce l'invio o la ricezione dei dati da una periferica.

    HANDSHAKE: Letteralmente Stretta di Mano. Processo per cui viene inviato indietro un SEGNALE di riconoscimento per confermare il ricevimento delle informazioni.

  • Serie di segnali che indicano che una periferica è pronta a ricevere i dati, che ha ricevuto i dati, che ha inviato i dati o che è pronta per inviare i dati.
  • Sequenza di messaggi scambiati tra due o piu' apparati di rete (es. modem) per assicurare la sincronizzazione della trasmissione.

    HANDSHAKING: Vedi HANDSHAKE.

    HARDCOPY: Copia stampata. Ad esempio l'immagine del video trasferita su carta.

    HARD DISK: "Disco rigido" il suo scopo é quello di conservare in maniera permanente le informazioni anche in assenza di alimentazione. Gli Hard Disk attuali hanno capienza nell'ordine dei Gb (Gigabyte), ovvero miliardi di BYTE. Costituito da piatti di ceramica o alluminio, rivestiti di materiale magnetico e sottoposti a una rotazione costante vincolata. La lettura avviene tramite un blocco di testine semovibili.

    HARDWARE: letteralmente "ferramenta", indica la parte concreta del computer che si può toccare; il suo opposto é il Software.

    HARMONIC: Vedi ARMONICA.

    HAZARD: Transiente di uscita di un circuito, che causa un valore indesiderato, che appare durante la transizione da uno stato ad un altro.

    HBT: Acronimo di "Heterojunction Bipolar Transistor". Transistor dotato di grande guadagno per stadio alle Radio Frequenze, senza la necessità di una sorgente di alimentazione negativa.

    HDLC: Acronimo di "High level Data LINK Control". Meccanismo di incapsulamento dei datagrammi, strutturato in FRAME. Vedi anche PPP.

    HDML: Acronimo di "Handless Device Markup Language". Il linguaggio di markup per sistemi Wireless, attraverso il quale creare pagine WEB navigabili dal telefono cellulare.

    HDSL: Acronimo di "High BIT rate Digital Subscriber Line".

    HDTV: Abbreviazione di "High Definition Television".

    HEADER: La porzione di PACCHETTO, che precede i dati effettivi, contenente informazioni come l'indirizzo del mittente e del destinatario. Un header e' anche la parte che precede il corpo di un messaggio di posta elettronica.

  • E' usato anche in altri contesti informatici, con lo stesso significato. Parte iniziale di un FILE ".EXE" o parte iniziale di un file ".GIF"; vi sono memorizzate informazioni indispensabili per il trattamento della parte restante (corpo) del file.

    HEC: Acronimo di "Header Error Control"

    HEMT: Acronimo di "High Electron Mobility Transistor". Un TRANSISTOR con la più bassa figura di rumore in dispositivi a singolo FET.

    HENRY: Unità di misura della INDUTTANZA, abbreviato in H. Usati i sottomultipli milliHenry e microHenry.

    HERTZ: Unita' di misura della FREQUENZA. Un Hertz corrisponde ad un CICLO per secondo.

    HETERODYNE: Eterodina, Battimento. Processo per traslare verso il basso una determinata FREQUENZA, in modo da poterla trattare più facilmente ed estrarne l'informazione.

    HEX: Abbreviazione di ESADECIMALE.

    HEXADECIMAL: Sistema di numerazione a base 16, usato generalmente come rappresentazione più comoda di codici e dati binari.

    HFC: Acronimo di "High-band Fiber-optic Cable" oppure "Hybrid Fiber/Coax".

    HGA: Acronimo di "Hercules Graphics Adapter". Altro nome per identificare una scheda HGC.

    HGC: Acronimo di "Hercules Graphics Card". Scheda video standard con RISOLUZIONE grafica massima di 720x348 e 2 colori (monocromatico) sviluppata dalla Hercules nel 1982. Ha avuto un discreto successo per la possibilità, allora rara, di funzionare con una buona modalità grafica.

    HIGH: Alto. Uno stato corrispondente al valore logico 1. Può essere una tensione di +5V.

    HIGH MEMORY AREA: I primi 65520 BYTE (64K meno 16 byte) della MEMORIA ESTESA. Quest'area è accessibile in modalità reale dalle CPU 80286 e successive perchè il loro meccanismo di segmentazione fornisce ancora un INDIRIZZO valido anche con il segmento 0FFFFh, mentre i precedenti processori reindirizzavano l'origine della RAM. Argomenti correlati sono: A20 e le funzioni 4A01h (INT 2Fh).

    HIGH Q: Un FILTRO con una grande capacità selettiva.

    HIGH SIERRA SPECIFICATION: Formato industriale che definisce la struttura logica, la struttura dei FILE e di registrazione di un CD-ROM. Del tutto simile al formato internazionale ISO 9660 che in pratica ne ha ratificato lo standard.

    HIPPI: Acronimo di "HIgh Performance Parallel Interface". Una INTERFACCIA a 800 Mb/s per reti di supercomputer.

    HIT: Singolo FILE scaricato da un sito Web: immagini, applet, suono o file HTML. Ogni documento è composto da un numero più o meno elevato di oggetti e quindi di Hit. E' bene sottolineare che le Hit non vanno confuse con gli accessi al sito o il numero di pagine viste.

    HMA: Vedi HIGH MEMORY AREA.

    HOME BANKING: Sistema di controllo remoto delle proprie movimentazioni bancarie: conto corrente, bonifici, custodia titoli ecc.

    HOMEPAGE: Generalmente la prima pagina di un sito. Il termine e' spesso utilizzato per indicare una pagina personale.

  • Il documento iniziale visualizzato all'avvio del BROWSER.

    HOP: Termine usato nel routing per indicare un ROUTER all'interno di un path.

    HORIZONTAL RETRACE: Quando un MONITOR ha finito di visualizzare una singola linea di scansione deve spostare il fascetto di elettroni indietro a sinistra, mentre effettua questa operazione spegne il fascio. Nelle schede CGA questo intervallo di tempo costituiva il momento più adatto per aggiornare la MEMORIA video evitando il cosiddetto effeto-neve. Veniva utilizzato anche l'intervallo di VERTICAL RETRACE.

    HOST: Computer collegato direttamente alla Rete, che mette i propri servizi a disposizione di computer CLIENT. Generalmente uno qualsiasi dei computer raggiungibili in rete.

    HOSTING: Servizio che ospita più siti WEB su una singola macchina, assegnando a ognuno di essi un IP differente. In altri termini con il servizio di hosting il sito condivide hard disk e BANDA disponibile con altri Website ospitati.

    HOSTNAME: Nome che viene assegnato ad un particolare computer.

    HOT JAVA: Un BROWSER interattivo per World Wide WEB sviluppato dalla Sun Microsystems che gestisce programmi scritti in JAVA i quali possono visualizzare animazione o cooperare con altri programmi sul WEB.

    HOT KEY: Tasto o combinazione di tasti che fa passare l'utente a un programma diverso, in genere un programma residente in MEMORIA (TSR) o un altro TASK. Tipica la combinazione Ctrl-Alt-Canc per provocare il RESET Software della macchina.

    HOT LIST: Una selezione di diverse pagine WEB visitate. Segnalibro.

    HOT REGION: E' una particolare area di un'immagine in-line, la quale è in grado di attivare un INDIRIZZO di URL specificato, semplicemente cliccandovi sopra col mouse.

    HOUSING: Collega un computer di proprietà alla Rete INTERNET direttamente nei locali del provider. Possibilità di installare qualsiasi sistema operativo e Webserver, oltre a programmi scritti e quant'altro sia necessario alla gestione di un sito Web. Alimentazione con gruppi di continuità centrallizzati. Manutenzione da remoto e possibilità di accedere ai locali in orari di ufficio. A differenza dell'hosting il sito ospitato non condivide le risorse con altri Website.

    HP: Acronimo di "Horizontal Polarization".

    HPC: Acronimo di "Handheld Personal Computer". Un piccolo pc palmare.

    HPFS: Acronimo di "High Performance FILE System". File system di OS/2, introdotto con la versione 1.2 del sistema operativo. Il sistema di tracciamento delle locazioni dei file utilizza una porzione di RAM installata nel sistema per velocizzare le operazioni. La struttura di ricerca molto avanzata, ad albero binario bilanciato, minimizza il numero di tentativi di ricerca dei file. Supporta nomi file lunghi 254 caratteri e permette la definizione di Attributi Estesi (EA) da associare a file e DIRECTORY, per memorizzarvi informazioni aggiuntive.

    HREF: Un TAG HTML che indica un LINK ipertestuale o un INDIRIZZO URL a cui è possibile accedere.

    HSB: Acronimo di "Hue Saturation Brightness". Modello di colore basato su tre parametri: Hue (tonalità o tinta), Saturation (saturazione: intensità e purezza del colore, data dalla presenza o meno di altri pigmenti), Brightness (luminosità o brillantezza del colore).

    HTML: Acronimo di "HyperText Markup Language". Il linguaggio di contrassegno degli ipertesti. Nato nel 1989 su intuizione di Berners-Lee e successivamente standardizzato dal W3C. Deriva da SGML ed è composto da elementi di contrassegno, TAG e attributi. E' un sistema indipendente dalla piattaforma. In altri termini HTML è il formato dati che consente lo scambio di informazioni nel WWW.

    HTTP: Acronimo di "HyperText Transfer Protocol". PROTOCOLLO usato per scambiare informazioni tra SERVER e CLIENT web (browser). Agisce quando da un testo viene attivato un collegamento ad un altro (ipertesto).

    HTTPD: Acronimo di "HyperText Transfer PROTOCOL Daemon". Utilizzato nel contesto del software per Windows del WEB SERVER HTTPD di NCSA. Il software del server è classificato DAEMON poichè attende passivamente l'arrivo di richieste HTTP.

    HTTPS: Versione sicura del PROTOCOLLO di trasmissione HTTP usato per l’invio di pagine WEB. Di solito utilizzato in operazioni di e-commerce.

    HUB: Dispositivo utilizzato per estendere la rete in modo tale che altre WORKSTATION possano essere collegate tutte alla stessa rete. Ne esistono di due tipi: HUB Attivo e HUB Passivo. In alcune reti a stella, uno HUB è il dispositivo di controllo centrale.

  • HUB attivo. Dispositivo che amplifica i segnali di trasmissione in una rete e che può avere porte di connessione per cavi coassiali, cavi in FIBRA OTTICA e indicatori luminosi per indicare che ogni porta sta operando correttamente.
  • HUB passivo. Suddivide il SEGNALE di trasmissione consentendo l'aggiunta di altri HUB alla rete.

    HYPERLINK: Collegamento tra parti di una stessa pagina o di documenti presenti sul WEB. Detto anche semplicemente 'link', è una PAROLA sottolineata oppure una immagine su cui 'cliccare' per puntare immediatamente al documento collegato.

    HZ: Abbreviazione di HERTZ.


    Indice


    © Glossario Edizioni ByteMan Copyright 1993..2002 Riservati tutti i diritti
    Redazione continua, aggiornato 24.set.2002 - Graditi commenti, suggerimenti e critiche e-mail.